Genocidio a Dersim

Ieri l’85° genocidio a Dersim è il genocidio. stregato per un po’. Ecco perché oggi molte persone e soprattutto giovani di diverse città si sono riunite a Düsseldorf prima della Giornata Nazionale e hanno ricordato insieme gli eventi del 1937/38

Avviso di grilletto!

Il 1937/38 diventò circa. a Dersim da 70.000 a 80.000 persone brutalmente uccise dall’esercito turco. L’obiettivo del governo turco era impedire la concentrazione demografica di persone non turchese e sciogliere quelle esistenti.

Con risoluzione segreta del Consiglio dei Ministri turco della Turchia dal 4. Nel maggio del 1937 l’esercito turco fu autorizzato a effettuare una “soluzione” del problema Dersim. 30.000-40.000 soldati hanno partecipato all’operazione “Allevamento e deportazione” che hanno eseguito gli ordini di Ataturk con brutale accuratezza. Uomini, donne, anziani e bambini sono stati fucilati o – per non sprecare munizioni – accoltellati con baionette. I bambini sono stati parzialmente rapiti e deportati o attirati con le loro madri nel pagliaio e bruciati vivi lì. Interi villaggi sono stati rasi al suolo e bombardati con caccia.- Ecco perché cerchiamo di ricordare il genocidio non solo ogni anno, ma ogni giorno.”85 anni dopo, l’ideologia di stato assimilatoria di “uno stato, una nazione, una lingua” continua ad applicarsi in Turchia. “Il Presidente Recep Tayyip Erdogan sta ancora conducendo una brutale guerra di sottomissione contro curdi e curdi – non solo nel suo paese. Ancora una volta il pubblico mondiale tace.

Quelle:Tedesco – 4. Maggio – Giorno della Memoria del “Tertele” a Dersim

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.