Primavera nella regione di Kyiv attraverso gli occhi del fotografo di ritratti Roman Pashkovsky.

“Se guardate gli alberi in fiore, diventa chiaro che la vita va avanti.”

Fin dall’inizio della guerra, Roman ha fotografato le città ucraine colpite dalla guerra.

“Comunico con la gente, ma non so come fare i ritratti ora.
Troppo difficile. Ad esempio, un uomo racconta come un razzo ha colpito casa sua: la casa ha preso fuoco, si è coperto il viso con uno straccio bagnato, è andato alla porta sul retro, però era ingombra. Tuttavia, di solito lo raccontano con voce calma, gli abitanti di queste città capiscono che è meglio perdere la loro casa, ma non la loro libertà.”

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.