Quasi 170.000 persone a Mariupol soffrono la fame, comunica la Commissaria per i diritti umani Lyudmila Denisova.

I russi non consentono di entrare in città ai convogli umanitari dell’Ucraina e alle organizzazioni internazionali. Allo stesso tempo, nella loro propaganda parlano della distribuzione di miseri pacchi di cibo che bastano appena per qualche migliaia di persone.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.