COVID-19 Regione Liguria – Ordinanza 72/2020

Liguria. Divieto totale di assembramento per strada, ossia di fermarsi a parlare con altre persone; annullamento di qualsiasi manifestazione in tutta la regione; stop a tutti i circoli ricreativi, che potranno restare aperti solo per la somministrazione di cibo e bevande ma dovranno interrompere immediatamente ogni attività “propria”; didattica a distanza “a rotazione” per gli studenti dalla seconda alla quinta superiore

Nuova ordinanza della Regione Liguria in vigore dalla mezzanotte: ecco tutte le misure assunte

Ecco tutte le misure assunte:

– E’ consentita la vendita del cibo da asporto da parte delle attività artigiane del settore dolciario  e alimentare, previa ordinazione on line o telefonica e garantendo che gli ingressi per il ritiro avvengano  per appuntamento e dilazionati nel tempo allo scopo di evitare assembramenti e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta;

– Resta sospesa per gli stessi esercizi la possibilità di consumare sul posto;

– Consentita la vendita solo in alcuni esercizi quali fiorerie e esercizi di prodotti florovivaistici;

– Consentita anche la vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso nei negozi specializzati;

– E’ consentita al vendita di calzature per bambini sia all’interno dei negozi specializzati in abbigliamento per bambini che nei negozi che commercializzano esclusivamente calzature per bambini;

– E’ consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto su appuntamento, senza contatto tra le persone;

– Dalle 6 alle 22, consentite attività motorie all’aria aperta, in forma individuale o con residenti nella stessa abitazione, come la corsa, la bicicletta o le passeggiate a piedi e a cavallo e la pesca sportiva lungo fiumi e foci di fiumi, nell’ambito del comune di residenza o abituale domicilio o del municipio di residenza per quanto riguarda il territorio del Comune di Genova;

– E’ possibile anche lo spostamento con motoveicolo da parte di due persone a patto che il passeggero sia convivente con il guidatore; – E’ consentito ai residenti in Liguria la coltivazione di terreni a uso agricolo e attività diretta alla produzione per autoconsumo, a patto che il soggetto attesti con autodichiarazione completa e relativa verifica il possesso di una superficie agricola produttiva. Lo spostamento è consentito a una sola persona e con obbligo di rientro in giornata nella propria residenza. In ogni caso lo spostamento non può avere luogo fuori regione;

– E’ consentito l’allenamento e addestramento dei cavalli da svolgersi in maniera individuale da parte dei proprietari degli animali presso maneggi autorizzati all’interno del territorio regionale;

– E’ anche consentito l’allenamento e addestramento dei cani in aree autorizzate senza il contatto diretto tra le persone, nel rispetto del distanziamento sociale;

– E’ consentito ai residenti in Regione Liguria lo spostamento individuale nell’ambito del territorio regionale, all’interno del proprio comune o dei comuni dove si trovano le imbarcazioni di proprietà per lo svolgimento delle attività di manutenzione, riparazione e sostituzione di parti necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza  e conservazione del bene. E’ obbligatorio il rientro in giornata presso l’abitazione abituale;

– Consentito anche ai residenti in Regione Liguria di spostarsi sul territorio regionale per raggiungere le seconde case di proprietà per lo svolgimento di attività di manutenzione e riparazione ed è obbligatorio il rientro in giornata; sono consentiti gli spostamenti di autovetture con più di un passeggero a bordo solo se provenienti dalla stessa residenza;

– I sindaci potranno disciplinare con proprie ordinanze l’apertura dei cimiteri, nel rispetto del distanziamento sociale;

– Nelle giornate di domenica fino al 10 maggio l’orario di chiusura dei punti vendita degli esercizi commerciali per i quali è prevista l’apertura dai provvedimenti statali è fissato entro le ore 15;

– Il 1 maggio gli esercizi commerciali sopra indicati restano chiusi

DECRETO 18 DEL 13 APRILE 2020 – ULTERIORI DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL DECRETO-LEGGE 19 DEL 25 MARZO 2020 — REGIONE LIGURIA

Emanato il decreto 18 del 13 aprile 2020: in Liguria gli stabilimenti balneari possono avviare opere di manutenzione, i giardinieri possono tornare al lavoro. Sono incluse le manutenzioni dei campi da calcio o da golf. Chi ha un orto, un frutteto, un oliveto, un piccolo allevamento può curare le piante, coltivare e curare gli animali. Autorizzati piccoli lavori di restauro nelle abitazioni, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza. I cantieri navali potranno consegnare le imbarcazioni già allestite agli armatori

Regione Liguria: avviso pubblico rivolto alle famigie residenti in Liguria per contributi stratordinari di sostegno per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindi anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza COVID-19