RICERCA SCIENTIFICA IN EUROPA

scritto da Caterina Avanza:

Gli scienziati dell’Unione europea hanno sviluppato un nuovo sistema che permette ai laboratori di verificare l’affidabilità dei loro test #Covid19. Questo nuovo sistema, sviluppato dal Centro Comune di ricerca (JRC) presentato ieri dalla Commissione europea, permetterà di controllare fino a 60 milioni di test evitando cosi i “falsi negativi”. Questo nuovo dispositivo permette di risparmiare risorse preziose evitando di acquistare test inefficaci. E permette di evitare di diffondere di nuovo il virus attraverso persone che pensano di essere negative e invece sono positive. Il problema dei test “falsi negativi”, era già stato identificato in Cina all’inizio della pandemia, si tratta quindi di un passo avanti importante per la preparazione del post quarantena. Avere un centro di ricerca condiviso fra i paesi europei, dove lavorano insieme i migliori scienziati del continente, dà i suoi frutti.Cooperazione 1 / Isolazionismo 0!

L'Europa e la ricerca: un binomio indissolubile grazie all ...