Congo, il terrore dei gruppi armati: stupri, scuole distrutte, donne e bambini come bersaglio, un conflitto dimenticato

Centinaia di sigle combattenti attive nel Paese – ce ne sono 122 – costringono alla fuga i civili con conseguenze disastrose sulla sicurezza dei più vulnerabili: dallo stupro, come arma di guerra, alla sistematica devastazione delle scuole. Sul campo, per assistere la popolazione sfollata, c’è anche ActionAid, l’ONG già presente in altri 45 Paesi che, assieme alle comunità più povere, agisce contro la povertà, le ingiustizie e si batte per l’affermazione dei diritti civili fondamentali. L’organizzazione lancia la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Cambia la loro storia”. Nelle province orientali di Sud Kivu e Maniema sorgeranno così nuove scuole e tre centri polifunzionali. Dal 17 aprile al 31 maggio ognuno potrà contribuire con SMS o chiamata da rete fissa al numero 45511.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.