UNA FOTOGRAFIA CI RICORDERÀ PER SEMPRE COSA FU IL NAZISMO

Fabio Casalini ©

Il lager di Mauthausen fu raggiunto dalle avanguardie della 3ª Armata americana sabato 5 maggio 1945.Fu l’ultimo dei principali lager nazisti a essere liberato.Quel giorno la popolazione di Mauthausen era in stragrande maggioranza formata da ragazzi, moltissimi ridotti in condizioni terminali. Le precarie condizioni fisiche dei sopravvissuti portarono a un’alta mortalità anche dopo la liberazione. La storia ricorda che oltre tremila detenuti troveranno la morte nei mesi seguenti, malgrado le cure della Croce Rossa.La fotografia che vi presento oggi fu scattata il giorno della liberazione del lager di Mauthausen. Nello scatto risaltano i pochi non abili al lavoro sopravvissuti alla ferocia nazista.Spesso i non abili al lavoro dei principali Campi di concentramento venivano condotti al Castello di Hartheim per essere soppressi.Vorrei ricordare che tra il maggio del 1940 e il settembre del 1941, ovvero durante i sedici mesi di durata “ufficiale” del programma T4, nel solo Castello furono uccise oltre 18 mila persone.18.000 persone uccise nelle stanze di un castello. In 18 mesi.Ricordateli questi numeri quando qualche “scienziato” dirà che il totale dei morti per mano nazista è sovrastimato.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.