Yemen: Arabia Saudita rilascia primi 40 prigionieri Huthi

BEIRUT, 06 MAG – L’Arabia Saudita ha annunciato oggi il rilascio di decine di miliziani yemeniti Huthi. Lo riferisce l’agenzia governativa saudita Spa. Questa decisione giunge nel contesto della tregua bellica in corso da più di un mese nel martoriato Paese arabo, afflitto dal 2015 da una guerra combattuta tra forze locali sostenute rispettivamente da Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti da una parte, e dall’Iran dall’altra. Il comunicato del governo saudita, che guida la coalizione inter-araba a sostegno delle forze lealiste yemenite, parla di una “decisione umanitaria”.

La tregua è entrata in vigore all’inizio di aprile e, secondo gli accordi, dura fino alla fine di maggio. I negoziatori internazionali sperano che le parti in guerra decidano per un rinnovo della tregua. Un volo con a bordo una quarantina di prigionieri Huthi rilasciati dalle autorità saudite è atterrato stamani nella città portuale yemenita di Aden, roccaforte dei lealisti. contrapposti agli insorti che dal 2014 controllano invece la capitale Sanaa.

Secondo il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr), l’accordo prevede il rilascio in tutto di un centinaio di prigionieri Huthi. Si tratta, ha affermato un comunicato del Cicr, di cittadini yemeniti rinchiusi nelle carceri nella parte meridionale dell’Arabia Saudita.

La guerra in Yemen ha causato la morte in sette anni di circa 400mila persone, secondo l’Onu, provocando una delle peggiori catastrofi umanitarie del pianeta, con milioni di yemeniti costretti ad abbandonare le loro case. (ANSAmed).

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.