Il nuovo Presidente dell’Ungheria ha condannato l’aggressione di Putin e ha sostenuto l’adesione dell’Ucraina all’UE. L’ha dichiarato alla sua cerimonia di inaugurazione, riferisce Telex.

È una frenata a sorpresa, inaspettata quella dell’Ungheria sui rapporti con la Russia e sulla linea da tenere in Unione europea. E arriva per bocca della nuova presidente Katalin Novak, anche lei membro del partito di maggioranza Fidesz del premier Viktor Orban, che nel discorso di insediamento a Budapest, parlando nella piazza del Parlamento, non ha fatto sconti a Vladimir Putin: “L’Ungheria condanna l’aggressione della Russia contro un Paese sovrano, l’Ucraina“. Ma soprattutto ha assicurato che il Paese “è pronto a fare sacrifici per la pace e non vuole ostacolare gli alleati”, precisando però che “non consente decisioni che significhino un sacrificio degli ungheresi che risulti maggiore di quello dei russi”.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.