Oggi è iniziata la cosiddetta Fase 2,

quella che porterà il nostro Paese alla convivenza con il virus e alle riaperture, prudenti e scaglionate.

Già da una settimana, ma oggi ancor di più, sono ripartiti i cantieri di edilizia scolastica: più di 2000, da nord a sud. Un numero importante che testimona quanto la sicurezza dei nostri ragazzi sia per noi prioritaria, se consideriamo anche gli stanziamenti fatti negli ultimi mesi per oltre un miliardo e mezzo di euro.
Ho scelto di andare in una città di circa 10.000 abitanti, vicino a Bergamo, Scanzorosciate, per essere presente all’avvio dei lavori che riguardano una scuola secondaria di primo grado con il Sindaco, gli amministratori locali, il personale scolastico. Ho parlato con loro di scuola, di come stiamo studiando il ritorno in classe, ma anche degli obiettivi che vogliamo raggiungere quando tutto sarà tornato alla normalità.

Ci siamo confrontati, inevitabilmente, anche sul dramma che ha travolto queste comunità, nella zona più colpita da questo maledetto virus.

Sono convinta che l’Italia ce la farà e che gli italiani rispetteranno le nuove disposizioni, con assoluto senso di responsabilità.
Ne usciremo, insieme. F.to Anna Ascani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *