Yemen: Francia chiede a Houthi di togliere assedio a Taiz

Per Parigi dovrebbe essere una priorità per la Comunità internazionale

L’ambasciatore francese in Yemen ha espresso il pieno sostegno del suo Paese alla tregua umanitaria, entrata in vigore all’inizio di aprile in Yemen, e ha affermato che essa rappresenta un passo importante nell’interesse della pace.

La Francia ha espresso la sua profonda preoccupazione per l’assedio dei ribelli Houthi a Taiz, nel sud dello Yemen, che dura da diversi anni, e ha sottolineato l’importanza di porre fine alle sofferenze di questa città.

In una dichiarazione pubblicata dall’account Twitter dell’ambasciata, l’ambasciatore francese in Yemen, Jean-Marie Safa, ha sottolineato che Taiz è una priorità per la Comunità internazionale nello Yemen.

L’ambasciatore francese ha ribadito il pieno sostegno del suo Paese alla tregua umanitaria mediata dalle Nazioni Unite, entrata in vigore all’inizio di aprile per un periodo di due mesi, e ha chiesto che la tregua sia rispettata e preservata da tutte le parti per il bene di tutti gli yemeniti.

“La Francia chiede alle parti di facilitare la riapertura dell’aeroporto di Sana’a, e allo stesso tempo esprime profonda preoccupazione per l’assedio di Taiz in corso da diversi anni, che ha lasciato molti dei suoi residenti sofferenza da un calvario umanitario”.

L’ambasciatore francese in Yemen ha sottolineato che Taiz è una priorità per la comunità internazionale.

YEMEN Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.