I milita russi sono stati autorizzati a sparare ai civili ai posti di blocco nella regione temporaneamente occupata di Kherson

Questo quanto riferiscono le Forze Armate Ucraine che sostengono di aver intercettazioni alcune comunicazioni tra i militari russi

“Mi è stato detto: se c’è una persona sospetta, bruciala il cazzo senza parlare… Ho un ordine dal maggiore: appare una macchina o un camion o qualcosa con le mele, guarda, chiedi: “Cosa stai portando?” Se una persona è sospettosa, spara senza parlare”, dice l’ufficiale militare russo per telefono.

Nel frattempo, la crisi umanitaria nella regione di Kherson sta aggravandosi.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.